Autorizzazione per la vendita di prodotti biologici?

Autorizzazione per la vendita di prodotti biologici?

Ci è stata posta la seguente domanda: i grossisti che rivendono prodotti biologici sono soggetti alla certificazione biologica?

In base al regolamento dell’Unione Europea l’attività di commercializzazione di prodotti biologici rientra tra quelle che devono essere obbligatoriamente sottoposte al controllo (vedi Reg. CE 392/04 che ha modificato l’art. 8 del Reg. CEE 2092/91) a meno che gli stati membri non ne prevedano una deroga.

Nel caso specifico l’Italia ha applicato da tempo la deroga con il D.M. 7/7/05 escludendo dall’obbligo: “Gli operatori che rivendono i prodotti di cui all’art. 1 del Reg. CEE n. 2029/91 al consumatore o utilizzatore finale in imballaggio preconfezionato e pre-etichettato e che non li producono, non li preparano, li immagazzinano solo in connessione con il punto vendita”.

È questo quindi il nostro caso, quando i rivenditori acquistano da noi il prodotto BIO AGRESTE (l’unico prodotto biologico attualmente da noi prodotto).

Nel caso in cui il commercio riguardi prodotti confezionati ma importati da Paesi non appartenenti dell’Unione Europea la certificazione è necessaria, così come pure essa è obbligatoria nel caso in cui la commercializzazione riguardi prodotti non preconfezionati o pre-etichettate (quindi prodotti sfusi, come frutta e verdura non confezionata ad esempio) anche se prodotti nell’Unione Europea, poiché in tal caso non rientrano nelle categorie esonerate.

Il documento del Ministero è disponibile alla pagina: http://www.sinab.it/sezioni/circolare/allegati_circolare/109/DecretoMiPAF_07.07.pdf)

Condividi questo post